" Questo Blog lo dedico ai folli. Agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole, specie i regolamenti e non hanno alcun rispetto per lo status quo. Potete citarli, essere in disaccordo con loro; potete glorificarli o denigrarli ma l’unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perchè riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l’umanità. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli noi ne vediamo il genio; perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero. Da "Think different"


Cerca nel web

Ricerca personalizzata per i videomaker

19/01/13

E' nata una stella: Page. Gli altri? Tutti cazzoni.

In onore del "vostro" nuovo idolo, vi posto tracce dell'intervista Wired, che da ieri l'altro gira sul web, a L.Page co fondatore di Google e attuale CEO.
Le parole di Page, sono cristalline e intelleggibili anche per mio figlio (2 anni) e non lasciano spazio a dubbi su dove stia andando Google the Monopolist, che spende più di Coca Cola in politica...
Premetto che Jobs fin dagli inizi di Google ha fatto da mentore a Page fino a mettere nel consiglio di amministrazione Apple l'allora CEO "gioca sporco" Schmidt, convinto di avere a che fare con delle persone serie e con un idea di innovazione della rete e del tech.
"... Page expressed concern regarding company leadership, saying there too much attention is being paid to competition. When asked about a specific case involving the late Steve Jobs' comment of "going thermonuclear war" on Google's Android mobile operating system, Page quipped, "How well is that working?"
TRADUZIONE: C'è troppa attenzione alla competizione. Perchè competere quando si può avere e sostenere un monopolio come il nostro? si chiede Page... e aggiunge: " Jobs? solo parole..."
"But it’s hard to find actual examples of really amazing things that happened solely due to competition," Page said. "How exciting is it to come to work if the best you can do is trounce some other company that does roughly the same thing?"
TRADUZIONE: Ecco, si chiede Page, perchè alzarsi la mattina, andare a lavorare e pensare solo come fare concorrenza e far fuori Apple con Android o battere Fakebook con G+?
Speaking on the topic of Google X, the internet search giant's experimental products lab, Page said breakthroughs and non-incremental changes are key and questions why tech giants like Apple don't use their vast resources toward these goals.
TRADUZIONE: Di nuovo sulla competizione. "Perchè Apple non si fa i cazzi suoi senza citare noi e i nostri dealer in tribunale e non pensa solo ad innnovare? - si chiede ancora Page - Solo così possiamo copiare tutti e far fare il lavoro duro a loro...
"You may say that Apple only does a very, very small number of things, and that’s working pretty well for them. But I find that unsatisfying," he said, adding that the "crazy things" investors worry about spending money on are ultimately the most substantial. Page gave the examples of YouTube, Chrome, and Android, saying, "If you’re not doing some things that are crazy, then you’re doing the wrong things."
TRADUZIONE: Dico, ma lo faccio dire a te, che Apple fa poche cose, troppo poche, anche se gli va alla grande (potrebbero comprarci ndr). E mi stanno annoiando, cazzo!" afferma Page che continua " Per gli investitori è sostanziale che una società faccia cose pazzesche per poterci investire sopra" Poi riflette e pensa "oh, ma forse loro non hanno bisogno di attrarre investitori, siedono su 130 miliardi di dollari cash, azz!" E spiega " Per esempio noi abbiamo tirato fuori cose pazzesche: You Tube, Chrome e Android. Se uno non fa cose così pazzesche, allora sta facendo delle cazzate!"
Legenda
YouTube: inventata da tre ragazzi nel 2005, acquistata da Google bella e fatta per  1.65 miliardi di dollari
Chrome: browser basato su software open, ripeto open, di... Apple. Chiamasi WebKit...
Android: acquistato da altra società e sviluppato anche con software acquisito da Sun (ora Oracle)
Regarding new products, Wired asked if Google's latest social networking endeavor, Google+, was a result of competition with Facebook, but Page dismissed the idea.
"It’s not the way I think about it," he said. "And, yeah, [Facebook is] a company that’s strong in that space. But they’re also doing a really bad job on their products. For us to succeed, is it necessary for some other company to fail? No. We’re actually doing something different."
TRADUZIONE: "Google +?" gli viene chiesto. " No non vogliamo fare concorrenza a Facebook, sono arrivati prima di noi ad innovare, ma loro stanno facendo un lavoro di merda con il social." dice Page e aggiunge "Per noi avere successo, non significa necessariamente distruggere il concorrente, ma se possiamo farlo non ci tiriamo indietro insomma. E comunque noi facciamo altro, costringiamo tutti gli iscritti a qualche servizio Google ad avere un account anche su Google+. Geniale, no?"

Nessun commento: