" Questo Blog lo dedico ai folli. Agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole, specie i regolamenti e non hanno alcun rispetto per lo status quo. Potete citarli, essere in disaccordo con loro; potete glorificarli o denigrarli ma l’unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perchè riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l’umanità. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli noi ne vediamo il genio; perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero. Da "Think different"


Cerca nel web

Ricerca personalizzata per i videomaker

14/03/10

Stasera da non perdere, Report: dove sono finiti 50 biliardi NOSTRI...

Stasera su RaiTre, torna di domenica, Report, l'unico insieme a quello che lo ha preceduto di Iacona, che può vantarsi di fare un vero programma di inchiesta e informazione come accade nel resto del mondo ed in particolare alla Pbs americana. Quelli di Report non guardano in faccia a nessuno, chiunque governi, amministri, la cosa pubblica o quella privata, viene setacciato e distillato per spiegare ai cittadini le innumerevoli truffe, inganni, regali, sprechi, fatti con i soldi di noi cittadini, o le incapacità e furbizie di privati che ne traggono vantaggio.


 Se uno guarda Report, si chiede perché in Italia si votino ancora certe bande di affaristi, perché in Italia si permette ad uno come Bertolaso, di scialacquare 50 Biliardi in 8 anni, da quando cioè, Berlusconi gli ha firmato un assegno in bianco, ma con i soldi nostri. Perchè Berlusconi, i SUOI soldi se li tiene ben stretti e se è vero che è sceso in politica per salvare capre e cavoli suoi, è anche vero che gli PIACE parecchio SPENDERE I NOSTRI SOLDI, come la Banca d'Italia ci ha segnalato venerdì.

Il problema quindi non è NON VOTARE Berlusconi e suoi, perché non piacciono o meno, ma è NON VOTARE Berlusconi e i suoi perché si stanno spendendo e regalano a destra a manca, i NOSTRI SOLDI. Stanno DISTRUGGENDO il FUTURO dei nostri FIGLI e NIPOTI. Finiremo presto come la GRECIA, quando scopriranno i trucchi contabili del Bilancio Italiano...

Quindi vi consiglio di vedere Report stasera, e se non potete potrete vederla online, ma guardatela, perchè stasera si parla di altri 50 BIliardi che dovevano servire come RISERVA per aiuti alle zone d'Italia più povere e sottosviluppate, ma che invece sono stati spesi per tutto e di più, compreso SALVARE il C... dei Sindaci di Catania, Roma e Palermo. Ora chi governa quelle città? In una c'era un certo medico personale del Berlusca, o sbaglio....

2 commenti:

Joy ha detto...

Io Report faccio fatica a vederlo tutto di seguito, perchè mi prende spesso l'angoscia come quando guardo i film horror. E come nei momenti più terrificanti dei film horror sento il bisogno di cambiar canale, anche con Report quando parlano di certe cifre di miliardi buttati via così - cifre che noi poveri servi della gleba neanche riusciamo ad immaginare - devo cambiare canale un momento per farmi passare le vertigini.

Ammiro molto questa gente che in un'epoca di velinismo ed individualismo ha il coraggio e le palle per fare una trasmissione così che dovrebbe essere in prima serata.

piero ha detto...

Concordo Joy, sulle reazioni che prendono lo stomaco o la sensazione di impotenza e avvilimento, ma...
ma forse noi videomaker dovremmo fare qualcosa, perchè fare cose di quel tipo o solo esprimere la propia indignazione o infine produrre comunicazone per svegliare le coscienze, fa stare molto meglio te lo garantisco. Ti fa sentire meglio perchè sai che hai fatto una piccola cosa che può scalfire, piano, piano, come una goccia d'acqua, la pietra più dura degli italioti rinco...
Io e alcuni amici ci pensiamo spesso, e avrei voluto fare qualcosa durante questa tornata elettorale e mi pento di non aver fatto ancora niente, anche se parecchio tempo fa ne mi sono impegnato parecchio.
Forse è proprio questo il problema di Report: ti angoscia, perchè pensi che non si possa fare niente per cambiare. Invece si può, si dovrebbe. Io, noi, per primo-i.