" Questo Blog lo dedico ai folli. Agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole, specie i regolamenti e non hanno alcun rispetto per lo status quo. Potete citarli, essere in disaccordo con loro; potete glorificarli o denigrarli ma l’unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perchè riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l’umanità. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli noi ne vediamo il genio; perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero. Da "Think different"


Cerca nel web

Ricerca personalizzata per i videomaker

06/03/09

Benjamin Button: da FCP al primo attore digitale

Nelle varie case history di FCS c'è anche quella recente del candidato agli Oscar: Benjamin Button di Fincher. Il film è stato girato praticamente in digitale con una Thompson Viper e montato poi con Mac Pro e FCP. E' impressionante il workflow che è sintetizzato sulla sinistra della 2a pagina e il lavoro fatto da Fincher e soci. Ma oltre alla storia raccontata sul sito Apple, vale la pena di vedersi (qua sotto) completamente la conferenza di Ed Ulbrich, uno dei super boos degli FX di Digital Domain. che racconta la storia di come hanno invecchiato Pitt e che in realtà quello che si vede per il 90% del film è tutto 3D dalla testa al busto. Ma non solo racconta che il film era stato già pensato nei primi anni 90, ma non c'era la tecnologia per fare un attore digitale credibile.
Certo che dopo questa prima esperienza, aspettiamoci svariati film con attori "realmente" sintetici!

1 commento:

Anonimo ha detto...

e' sempre un piacere seguirti bravooooo
briciolabixio