" Questo Blog lo dedico ai folli. Agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole, specie i regolamenti e non hanno alcun rispetto per lo status quo. Potete citarli, essere in disaccordo con loro; potete glorificarli o denigrarli ma l’unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perchè riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l’umanità. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli noi ne vediamo il genio; perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero. Da "Think different"


Cerca nel web

Ricerca personalizzata per i videomaker

08/04/08

HDV: comparazione delle Sony Z7U, Z1U e EX1 con luce bassa


David Perry ha recentemente postato su DVinfo.net un interessante test fra le 3 camere principali HDV di Sony. Il test fa vedere chiaramente quale siano le " reazioni" delle 3 camere HD in condizioni di bassa luminosità (problema di cui parlavo recentemente). Le immagini jpeg a buona risoluzione mostrano anche la differenza di "grana" delle 3 camere e la EX1 oltre che a essere la più luminosa è anche quella con meno grana, il che fa ritornare al vecchio discorso/discussione se un poco di grana sia meglio per un look filmico o meglio l'assenza per un look più video...
Quando giriamo in SD ad esempio, ho sempre preferito il formato DVCPro 50 di Panasonic perché il Digi Betacam mi è sembrato come il betacam SP troppo nitido, troppo video. E aggiungo che prima o poi vi posterò un fotogramma di un "vecchio" video girato con una Canon A2 HI8 mono CCD (prima del DV) che molti producer hanno scambiato per 16mm...
Ma per tornare al tema certamente la EX1 risolve parecchi problemi per il video reportage, che spesso deve lavorare in condizioni INCONTROLLABILI di luce e qualcuno potrebbe sempre dire: " ma il film look lo faccio poi in post..". Ovviamente ci sono delle altre differenze fra le 3 camere che sono già note e quella fondamentale da sempre è avere o no obbiettivi intercambiabili...che non è poco!

Nessun commento: